Numerose testimonianze rivelano che a Solanas, in località Su Portu, (zona adiacente alla spiaggia) si eseguivano procedure di trasporto e carico del carbone, tipica della vicina Villasimius, non a caso chiamata Crabonaxia.

Infatti, durante tutto l'ottocento e fino ai primi anni del novecento, nella foresta dei Sette Fratelli, in località Monte Arbu e dintorni, ad un altitudine di circa 800, 900 metri , i carbonari arrivati dalla Toscana, insieme ai carbonari del luogo e ad altri giunti da diverse parti della Sardegna tagliarono gli alberi in foresta per trasformarli in carbone. Per produrre il carbone era necessario accatastare parecchi quintali di legname di macchia mediterranea, ridotto in piccoli pezzi.
La catasta veniva realizzata con i tronchi posizionati in modo tale da conferirle la caratteristica forma arrotondata con al centro una sorta di canna fumaria che serviva per l'alimentazione e per la fuoriuscita del fumo.
La Carbonaia veniva accesa nella parte alta del camino utilizzando legna molto secca. Il processo della combustione doveva avvenire lentamente, quindi occorreva ridurre le fiamme, "soffocarle",e grazie a questo lento e accurato procedimento si formava il carbone. Il controllo delle fiamme era di fondamentale importanza, infatti il loro propagarsi avrebbe compromesso la riuscita del lavoro col risultato di ottenere soltanto un cumulo di cenere.
Dunque era un’operazione delicata che richiedeva tempo, anche una settimana o poco più. Il carbone dalle montagne veniva portato a valle sino a raggiungere il mare, seguendo le mulattiere sulle creste e costoni delle colline sino ad arrivare a Crabonaxia, dove ad attendere c'erano attraccate le navi pronte per effettuare i carichi.

(Fonti Storiche Daniele Melosu)

Contatti

Via Roma, 1
Solanas, Sinnai CA 09100

Informazioni

Mobile: +62-111-222-333
Fax: (+62)-11-4752-1433

Social Contact